PROGETTO MURALES

Dipinto su muro. 18,5 m di lunghezza

In occasione della visita ispettoriale della nostra carissima ispettrice sr Maria Pisciotta, il nostro Oratorio Centro Giovanile, seguendo il protocollo di sicurezza in ottemperanza alle norme vigenti per il contenimento del contagio,   ha vissuto una tappa importante per la nostra Comunità oratoriana. Protagonisti di questo evento sono stati un gruppo di ragazzi (preadolescenti ed adolescenti) – capitanati da sr Ermelinda Ardita, collaborata da sr Giovanna Cozzo – che nel mese di luglio hanno dato vita al “Progetto Murales”. Lasciamo la parola a loro che ci raccontano quanto realizzato.

Aurora: Quando la direttrice della nostra casa Sr Ausilia Mendola ci ha proposto di metterci in gioco utilizzando i nostri talenti e il nostro tempo per creare un murales nel nostro Oratorio, ci siamo un po’ meravigliati pensando che potesse essere un’impresa troppo grande e che noi non ce l’avremmo fatta.  Ma ci siamo fidati e, guidati da sr Ermelinda, abbiamo iniziato a riflettere prima di tutto sul senso del murales e dell’arte in generale.  Che cos’è l’arte? È una forma di comunicazione! Ciò che un libro ci dice con la parola, l’arte lo trasmette con il disegno e i colori. Quindi, questo libro illustrato deve parlare da sé, deve raccontarsi autonomamente stimolando, in chi guarda, curiosità. Suscitare domande e risposte nella propria vita.

Gabriele: Per noi questo Oratorio è un ambiente educativo, dove impariamo a vivere tanti valori importanti. Era necessario che, anche attraverso il murales, si trasmettessero messaggi educativi: chiunque lo vede, dal bambino all’adulto, deve cogliere qualche messaggio che lo aiuti a crescere nella vita.

Silvia: Siamo andati alla ricerca di alcune frasi di Don Bosco e di Madre Mazzarello. Le abbiamo lette e commentate per capirne il significato pieno. Infine, la scelta è caduta su questa: “Uno solo è il mio desiderio, vedervi felici nel tempo e nell’eternità”.  Una frase di Don Bosco che, secondo noi, esprime molto bene quanto le suore e tutta la Comunità Educante ci trasmettono nella vita quotidiana dell’Oratorio. Così l’abbiamo trasformata in: “Vi vogliamo felici nel tempo e nell’eternità”:  è quanto con la vita ci testimonia la presenza delle suore a Librino e il nostro essere qui.

Samuele: Entrando in questo ambiente dal cancello automatico e leggendo questa frase ci si interroga: Chi mi vuole felice? Che vuol dire “nel tempo e nell’eternità?” Se si viene dal campo sportivo si viene stimolati da questa espressione: “Vi vogliamo”. Il messaggio è chiaro: Don Bosco, Madre Mazzarello, le suore, gli educatori ed animatori, attraverso un costante e amorevole accompagnamento lungo le fasi della nostra crescita, ci vogliono felici ora e anche dopo, nell’eternità, cioè sempre. Un accompagnamento nella vita umana e cristiana.

Raffaele: Una volta individualizzato il messaggio, lo abbiamo diviso in più scene narrative come avviene nel fumetto e abbiamo iniziato a disegnare. Abbiamo  disegnato molti bozzetti  prima di realizzare i disegni che dessero vita alla frase e a quanto avevamo in testa e nel cuore. In questa fase abbiamo attinto alla nostra creatività ma anche abbiamo preso spunto da disegni scelti da noi su internet.

Semira: Composta la bozza e fatto delle prove di colore su carta, abbiamo riportato il progetto sul muro e dato il via alla pittura.

Francesco, Giulia e Gaetano: Fin qui il processo per la progettazione del murales. Adesso vi presentiamo le varie scene del murales:

  1. Allegria: Don Bosco che gioca con i bambini.
  2. Gioco e vicinanza: Madre Mazzarello che gioca a basket esprime vicinanza e la frase  “amate ciò che amano i giovani, affinché essi amino ciò che voi amate”.
  3. Formazione, per crescere insieme: L’adolescente con il cellulare in mano. Questo simboleggia la sua anima. Come il telefono per funzionare deve stare in carica, così noi abbiamo bisogno di caricarci attraverso la preghiera, i momenti formativi. Se sono carico, avrò ampia rete…se ho Dio nel cuore, riuscirò a stare bene anche con gli altri.
  4. Saremo veramente felici quando ciascuno realizzerà a pieno la propria vocazione di buon cristiano, di buon animatore, di buon genitore e …
  5. Ma la felicità bisogna viverla nell’oggi, nell’esperienza che facciamo di Dio e nelle relazioni che viviamo con i nostri amici. La santità dobbiamo viverla nel presente attraverso il buon esempio: ecco i followers con le aureole.
  6. Non siamo soli nel nostro cammino di crescita: ad aiutarci c’è don Bosco, Padre Maestro e Amico … messaggia con noi attraverso il pc che, non a caso, porta il logo di questo Oratorio, perché noi vediamo don Bosco e Madre Mazzarello nelle nostre suore, nei nostri educatori, nei nostri animatori che, attraverso la testimonianza di vita, la parolina all’orecchio – che arriva oggi anche attraverso l’uso dei social network – non ci lasciano mai soli!

Carlotta: Come in un grande abbraccio, Maria Ausiliatrice con il suo manto, abbraccia don Bosco, Madre Mazzarello, le famiglie, i giovani… E oggi abbracciano tutti noi e ci danno la Speranza che non siamo mai da soli.

Alessio: Tanti altri collegamenti e messaggi si possono trarre ogni volta che si guarda questo murales: vi invitiamo a venirci a trovare e a cogliere il messaggio di novità che il murales vuole consegnare a ciascuno.

Dorotea: Per noi tutti è stata una bella esperienza di crescita e di lavoro in equipe dove abbiamo sperimentato la gioia di lavorare insieme, di condividere idee e anche di sperimentare il sacrificio e la pazienza durante i pomeriggi assolati nel dipingere quella lunga parete.

Sarah e Marzia: Un grazie particolare per questa ricca esperienza va a sr Ermelinda che ci ha saputo guidare in questa bella e nuova avventura per noi, trasmettendoci la sua passione per l’arte e per il bello;  ma, soprattutto, perché ha ascoltato le nostre idee e ci ha aiutato a realizzarle.  Un  grazie, particolarmente, perché si è fidata di noi e con noi ha lavorato. Sr Ermelinda… una di noi!

I ragazzi del progetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli

Librino – Giornata dell’albero

#SaveYourLife Venerdì, con la giornata dell’albero, ha preso il via nel nostro oratorio la settimana #SaveYourLife (#SalvaLaTuaVita). I ragazzi, guidati dagli educatori, rifletteranno sull’importanza della

Leggi Tutto »

Universitarie online

In questo tempo di pandemia, ci chiediamo: che vuol dire per noi questo Natale? Attorno a noi mancheranno molte luci natalizie, ma non deve mancarci

Leggi Tutto »

Tweets del Papa

!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");

Condividi l'articolo

Condividi quest’articolo con tutti i tuoi amici in modo che tutti possano conoscere le nostre attività.

Share on facebook
Share on twitter
Share on skype
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
X