RISVEGLIARE IL SENSO DELLA SPERANZA

La speranza non è –  come spesso si dice – “Speriamo che domani sia migliore”, ma è la certezza che Dio ci è vicino anche quando ci mette alla prova. Ed è proprio la certezza della speranza che fortifica la  pazienza per noi cristiani. Quando, invece, si perde la certezza della fede, i nostri occhi si spengono e non fanno più vedere.  Con lo sguardo della speranza, la comunità delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Cesarò ha riflettuto su tutto ciò chiedendosi come aprire il cuore alla speranza in un tempo così difficile, e qual è il nostro agire di suore salesiane nel territorio in cui operiamo per i nostri giovani. Così, abbiamo pensato di creare un piccolo “spazio” unendo il reale con il virtuale, perché in realtà la speranza è quel luogo che quotidianamente frequentiamo. Il tempo di oggi ci offre il reale e il virtuale, quindi un   luogo che possa essere insieme speranza ma anche amicizia e laboriosità.

Abbiamo, allora,  realizzato una busta lettera grande quanto una finestra di appartamento; il materiale con cui è stata realizzata è cartone catramato, pittura acrilica, plastica trasparente rigida; la figura di Don Bosco con il dito indice alzato indica, invece, l’invito a partecipare al gioco online dal titolo “GIOCA CON DON BOSCO”.  Sulla busta vi è un link, per la partecipazione al gioco; la busta è stata collocata in una delle finestre della nostra casa, che sporge sulla via principale del Paese. Busta facilmente notata dai passanti, i quali hanno chiesto informazioni su come partecipare a questa iniziativa. In 129 hanno accettato di giocare con Don Bosco:  32,6% scuola secondaria di I grado, 16,3% scuola secondaria di II grado, 30,2% scuola primaria, 20,9% exallieve/i, adulti e simpatizzanti. Don Bosco è universale e questo piccolo spazio virtuale è stato frequentato da varie zone: Cesarò, Bronte, S. Teodoro, Modica, Messina.

Per questa iniziativa abbiamo rilasciato ai partecipanti un attestato di partecipazione online, molto gradito da tutti. Questa iniziativa è stata di stimolo per partecipare al triduo e alla festa di San Giovanni Bosco in “presenza”. Questa è la speranza che diventa reale anche se ci serviamo del virtuale; andare oltre al periodo difficile che stiamo vivendo ci fa vedere luce in fondo al tunnel. Facciamo tesoro di quello che il Signore intende dirci in questo preciso momento storico e custodiamo il dono della fede che è la nostra speranza.

Suor Giovanna Cozzo FMA

Una risposta

  1. Bellissima iniziativa,le mitiche suore salesiane di Cesaro’ non si smentiscano mai, continuate così. La vostra presenza è essenziale per il nostro piccolo Paese di montagna. Io purtroppo per lavoro sono fuori sede , ma ricordo con gioia gli anni passati nel vostro istituto come studente e animatore. Care suore spero che finalmente riuscite a creare un gruppo cooperatori salesiani, ci sono tanti giovani che si mettono in gioco con lo spirito salesiano. Un abbraccio forte e spero di venirvi a trovare per Pasqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli

Tweets del Papa

!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");

Condividi l'articolo

Condividi quest’articolo con tutti i tuoi amici in modo che tutti possano conoscere le nostre attività.

Share on facebook
Share on twitter
Share on skype
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
X