Una Tavola rotonda sulla linea della contemporaneità

Ad introdurre i relatori della Tavola Rotonda è l’ispettrice suor Maria Pisciotta che sottolinea di ciascuno la loro attenzione ai giovani chi lavora con gli universitari chi incontra ed accompagna  i giovani all’oratorio e chi si pone al servizio dei giovani sacerdoti. Si tratta di don Sergio Massironi, don Franco Di Natale e il prof. Giuseppe Savagnone. Una Tavola rotonda a tre voci moderata dalla regolatrice del Capitolo ispettoriale, suor Maria Ruta. Ad iniziare lo sviluppo del tema “Sinodalità, accompagnamento e contemporaneità per costruire comunità generative” è Don Sergio Massironi. Pone all’attenzione delle capitolari in numero 22 del Documento Finale del Sinodo sui giovani: “Una Chiesa sinodale è una Chiesa dell’ascolto”. “L’uno in ascolto degli altri; e tutti in ascolto dello Spirito Santo”. E’ necessario però non abusare dei significati delle parole e non fare di esse la moda del momento. La parola sinodalità rimanda ad una condizione in cui ciascuno dovrebbe sentirsi a proprio agio, ha detto. Perché si tratta dell’esperienza del “camminare insieme” come Popolo di Dio perché il mondo creda.

Il secondo relatore, don Franco Di Natale, inizia sottolineando l’esperienza pedagogica di Gesù: da accompagnati ad accompagnatori, sottolinea. C’è quindi una prassi: l’annuncio, la sequela, l’esperienza personale, la professione di fede in contesto di missione. Non si può comprendere il senso dell’accompagnamento in don Bosco e Madre Mazzarello se non si guarda alla loro esperienza di vita ed alle persone che li hanno accompagnati. Don Bosco accompagnatore teneva in debito conto l’ambiente educativo perché in esso si condividono momenti di lavoro, relazione di conoscenza reciproca nello svago, anche di intensa amicizia che prepara e consolida fiducia e docilità. Un secondo elemento è la paternità educativa. Don Bosco con ciascuno instaurava una relazione differenziata, un accompagnamento sobrio e personalizzato.

Per Madre Mazzarello non poteva esserci accompagnamento senza l’attenzione alla propria vita da “convertire a Dio”, l’intima coscienza della propria “creaturalità” e il totale “dono” di sé.            

La prospettiva del prof. Giuseppe Savagnone inizia invitando l’assemblea a mettersi in ascolto della realtà per considerare la post-modernità come opportunità. “Oggi quando si parla di libertà – sottolinea – la si intende come autodeterminazione, autonomia”. E legato alla libertà c’è il valore dell’autenticità. Oggi si parla di un’etica dell’autenticità alla cui base sta l’idea che il solo metro valido delle scelte di ciascuno sia la fedeltà alle sue aspirazioni e ai suoi sentimenti più profondi. Strettamente legato è il tema dell’autorealizzazione. Non intesa come un “esplicare le proprie facoltà, ma la realizzazione di sé in rapporto ai frutti”.

Sr Maria Trigila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli

Madre Morano

Una donna dalla “ventata di novità” per un rilancio della Sicilia: Maddalena Morano Maddalena Morano, donna, madre,  fu una donna che ha portato in Sicilia

Leggi Tutto »

Festa della Beata Maddalena Morano

Messaggio dell’Ispettrice Carissimi membri delle Comunità Educanti, vi raggiungo in questo giorno in cui commemoriamo l’insigne figura di Madre Morano! E’ desiderio profondo del cuore

Leggi Tutto »

E NOI CHE RESTIAMO…

E noi che facciamo i conti con quel silenzio che viene dopo? Che restiamo paralizzati in quello spazio che ci appare di colpo vuoto? Quando

Leggi Tutto »

Tweets del Papa

!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");

Condividi l'articolo

Condividi quest’articolo con tutti i tuoi amici in modo che tutti possano conoscere le nostre attività.

Share on facebook
Share on twitter
Share on skype
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
X