“Cosa significa parlare del segno di Cana all’interno delle nozze?”

Significa “alleanza tra Dio e l’uomo; Dio sposa l’umanità; Cristo e la Chiesa”. L’ha approfondito, tra l’altro, don Franco Di Natale, vicario ispettoriale dei salesiani nella Lectio divina alle capitolari. Nel presentare il fatto si sofferma sull’ambientazione del segno di Cana in cui emerge la figura di Maria, la madre di Gesù, ed è lì perchè fa parte del popolo ed anche lei attende, come tutti,  la venuta di Gesù. E vive l’atteggiamento degli “Anawim” ossia di tutti coloro che non hanno voce, i poveri.

Il testo poi si dipana in dialoghi: tra Maria e Gesù, tra Gesù e servitori.  L’evangelista Giovanni si sofferma poi sulla parola “vino”: oggetto indispensabile dell’argomento. Perché mancando il vino, proprio perché rappresentava il simbolo dell’alleanza, era come se fosse venuto a mancare l’amore tra gli sposi e la gioia.

La risposta di Gesù a sua madre non è una affermazione. Il più antico codice della chiesa – afferma don Franco – pone alla fine della risposta di Gesù  il punto interrogativo: è venuta la mia ora?. Lui sapeva che era iniziato il tempo della messa in atto della volontà di Dio. Un secondo oggetto emerge dal dialogo tra Gesù ed i servitori: le giare.

Ed  una delle prerogative su cui si fonda questo brano è “l’esserci” come faceva Maria a Cana, ed esserci da Madri per diventare chiesa.

sr Maria Trigila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli

Auguri di Pasqua 2020

Carissimi, vi raggiungo in questo tempo particolare del Coronavirus: un tempo insolito, nuovo, improvviso, un tempo colmo di preoccupazioni, paure, ansie e difficoltà di ogni

Leggi Tutto »

Tweets del Papa

!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");

Condividi l'articolo

Condividi quest’articolo con tutti i tuoi amici in modo che tutti possano conoscere le nostre attività.

Share on facebook
Share on twitter
Share on skype
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
X