La parola all’Ispettrice!

Carissimi tutti,

è con gioia che vi rivolgo il mio caloroso saluto  in questa giornata in cui rilanciamo il nostro Sito FMA SICILIA: un’ottima opportunità per condividere tratti significativi del nostro essere “una missione per la vita dei giovani!

E lo facciamo abitando anche questo ambiente che caratterizza il nostro mondo di oggi.

La tecnologia digitale  – si sa –   è divenuta  parte della vita quotidiana di molti, specialmente dei più giovani, che abitano questo ambiente con naturalezza, facendone il loro cortile abituale di incontro e di scambio, di amicizia e di aggregazione con i coetanei.  

Essa offre grandi  potenzialità comunicative: web e social network sono una piazza in cui i giovani trascorrono molto tempo e si incontrano facilmente. […] In molti Paesi essi rappresentano ormai un luogo irrinunciabile per raggiungere e coinvolgere i giovani, anche in iniziative e attività pastorali. (DF 22).

Sappiamo pure che la realtà virtuale costituisce una sorta di sfida che non esaurisce la profonda domanda di senso, soprattutto dei giovani.

Desideriamo che questo sia per la nostra Ispettoria:

  • Uno spazio aperto dove conoscere le varie attività, progetti educativi, percorsi formativi che si realizzano nelle varie realtà della nostra Sicilia.
  • Un “cortile comune” per condividere idee, riflessioni e nuove visioni di una realtà in continuo divenire.
  • Un ambiente reale, pur nel virtuale, che parte dalla vita e desidera comunicare i valori del  Vangelo, fonte di vera Vita.

Abitiamo con gioia questo spazio ricordandoci che – come dice la nostra Madre Generale Sr. Yvonne Reungoat:  “Solo la creatività dell’amore ci porta a scoprire modalità nuove, più aperte alla relazione, alla gratuità e alla comunicazione.” (In preparazione al CG XXIV pag. 27).   

Una risposta

  1. L’esperienza del capitolo è stata una bella e ricca partecipazione che dice vita e speranza in un domani che si realizza nell’oggi che viviamo. Religiose e laici abbiamo lavorato con responsabile impegno per “trovare il come” migliorare le nostre relazioni con noi stessi, con gli altri e con Dio. Solo così potremo essere presenza credibile per quanti il signore pone nel nostro cammino, in particolare i giovani. Vogliamo essere uniti e portatori di gioiosa speranza che alimentiamo alla terapia solare del tabernacolo. Grazie ad ogni sorella e ad ogni laico/a che insieme a noi crede e spera in una primavera che verrà vivendo l’oggi con amore-dono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli

Madre Morano

Una donna dalla “ventata di novità” per un rilancio della Sicilia: Maddalena Morano Maddalena Morano, donna, madre,  fu una donna che ha portato in Sicilia

Leggi Tutto »

Festa della Beata Maddalena Morano

Messaggio dell’Ispettrice Carissimi membri delle Comunità Educanti, vi raggiungo in questo giorno in cui commemoriamo l’insigne figura di Madre Morano! E’ desiderio profondo del cuore

Leggi Tutto »

E NOI CHE RESTIAMO…

E noi che facciamo i conti con quel silenzio che viene dopo? Che restiamo paralizzati in quello spazio che ci appare di colpo vuoto? Quando

Leggi Tutto »

Tweets del Papa

!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");

Condividi l'articolo

Condividi quest’articolo con tutti i tuoi amici in modo che tutti possano conoscere le nostre attività.

Share on facebook
Share on twitter
Share on skype
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
X