In ascolto di Maddalena Caterina Morano

Memoria della Beata Maddalena Morano

Testo tratto da alcuni scritti della Beata

Figlia mia, allarga il tuo cuore a una santa speranza e pensa che più noi ameremo Dio in questo mondo, più lo potremo amare in cielo. Là lo ameremo nella proporzione che l’avremo amato quaggiù.

Non lasciarti cogliere nella rete diabolica di diffidenza. Onoriamo il Cuore di Gesù con l’unico mezzo adatto che abbiamo, cioè con illimitata confidenza nella sua infinita bontà. Se fossimo a casa nostra, in punto di morte, avremmo ad assisterci la nostra mamma: siamo ora Figlie di Maria Ausiliatrice e in casa sua: chi ci assisterà? Certo la Madonna! Sta dunque allegra.

…quanto spesso ti vedo col pensiero in mezzo alle ragazze in laboratorio. Lì, sei proprio Figlia di Maria Ausiliatrice che si dà, che si presta, che si sacrifica secondo il bisogno. Allegramente sacrificati per Gesù Buono…il Signore ti aiuti a fare del bene e a farlo bene senza scoraggiarti mai. E se poche ragazze verranno a scuola, raddoppia il bene a queste poche perché diventi molto per premura, intensità di affetto, di zelo, proprio da vera Figlia di don Bosco…

…la confidenza deve aumentare specie quando ti senti un po’ peggio. Questa è fiducia in Dio. Averla solo quando stai bene…? Dunque animo sempre, che devi, dovrai presto guarire e lavorare: dillo pure a che santo o santa vuoi!…

…vedi com’è grande, immenso il mare!…ma più grande e più immensa è la misericordia di Dio nell’averci chiamate in Congregazione. Oh preghiamo la Vergine Ausiliatrice che ci ottenga la grazia di corrispondere a tanta bontà…

…non ti scoraggiare di quanto senti e di quanto provi: in ciò tu sei passiva e non attiva. Gesù buono in questo tuo stato vuol farti provare che tu sei sempre Giulia (metti il tuo nome) e Lui sempre Gesù Buono. Rallegrati di conoscere che non sei capace a niente: questo è lo sgabello su cui appoggiarti per salire a Gesù Buono che ti aspetta nei tuoi sospiri per il piacere che ha di vederti piccina piccina ai suoi piedi, ma fidente nel suo amore, nella sua pazienza infinita. Quando ti senti così, non guardare te, ma guarda Lui e digli con fiducia: Grazie, Gesù buono, che mi fate sentire chi sono io e conoscere chi siete voi! Questa confessione pacifica gli piace più di certi atti eroici sognati dal nostro povero Io. Va avanti con coraggio: l’essere malata non è peccato e Gesù è medico e padre…

…Coraggio! Caduta 100 volte, rialzati 101, sempre fidente in Gesù buono. Da me, da te, vuol essere onorato in questa confidenza filiale. Quant’è buono: amiamolo molto…

…il pensiero che siamo Figlie di Maria Ausiliatrice consacrate per sempre a Gesù, ci deve bastare per essere sempre santamente allegre: se no siamo ingrate di tanti privilegi e benefici sommi che Gesù Buono ci concesse. E il suo cuore divino quanto non soffre a vedere che ancora non siamo tutte davvero sue!…che Egli non ci basta! Che cerchiamo, che sospiriamo ancora dietro qualche creatura sotto pretesto di bene per noi!…

C’è Gesù in casa? Non fargli vedere che non ti basta! Sarebbe fargli un torto. A Gesù tutto il tuo cuore…mi stupisco ben bene che tu ti possa trovar sola lungo la giornata: come può essere ciò? Dunque Gesù Buono dove l’hai lasciato?…

…pensiamo a passar bene il giorno di oggi: e ogni giorno così! Viviamo abbandonate alla santa volontà di Dio! Siamo ovunque nelle sue braccia amorose, paterne. Ciò che ti succede non considerarlo come avvenuto da questa o da quell’altra persona: ma permesso dal buon Gesù per farti un po’ somigliare a Lui. Vedrai subito la cosa diversa…e scoprendo che non l’hai saputo imitare, umiliati e pregalo a darti forza per altre occasioni, in cui ti sforzerai di ricevere tutto per amor suo…quando si ama una creatura, di quali sacrifici non siamo capaci; non si bada a quello che costano, si bada solo a dar piacere alla persona cui vogliamo bene. Non si deve a maggior diritto far altrettanto verso Iddio? Noi faremo molto per Lui,se molto l’ameremo….quando la mia buona sr Giuseppina (metti il tuo nome) vivrà solo per Gesù e non in  parte per se stessa, allora troverà che si può essere indifferenti, amare di essere contraddette e tacere, soffrire per amore di Lui, come Egli assai più sofferse per amore di lei…il piangere presso Gesù è cosa buona: ciò fatto bisogna uscire e andare a soffrire allegramente un poco per Gesù. Nelle persone che ti danno qualche occasione mira Gesù travestito e ti sentirai forza e coraggio.Facciamoci ardite a superare battaglie che in fine sono monete per il paradiso.

…se ci voltiamo a guardare, a mirare indietro non avremmo mai più né quiete né spirito; non saremo né persone, né religiose, né del secolo. Attenta!…Se il nostro darci a Dio, alla Religione, sarà apparente, sarà come una burla! Quell’ansia non è buona…stare in religione tra te stessa e Dio non essendo così tutta di Dio, è condurre una vita veramente infelice. La religiosa deve, per non mettersi nel pericolo di perdersi, sforzarsi di raggiungere il grado di perfezione fissatole da Dio nel darle la vocazione; e non conoscendo questo grado non darsi mai tregua nell’esercizio della virtù. Sono diamanti, perle preziose le occasioni in cui tu puoi crocifiggere, sacrificare te stessa, il tuo giudizio, la tua volontà: bada di raccoglierle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli

Madre Morano

Una donna dalla “ventata di novità” per un rilancio della Sicilia: Maddalena Morano Maddalena Morano, donna, madre,  fu una donna che ha portato in Sicilia

Leggi Tutto »

Festa della Beata Maddalena Morano

Messaggio dell’Ispettrice Carissimi membri delle Comunità Educanti, vi raggiungo in questo giorno in cui commemoriamo l’insigne figura di Madre Morano! E’ desiderio profondo del cuore

Leggi Tutto »

E NOI CHE RESTIAMO…

E noi che facciamo i conti con quel silenzio che viene dopo? Che restiamo paralizzati in quello spazio che ci appare di colpo vuoto? Quando

Leggi Tutto »

Tweets del Papa

!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");

Condividi l'articolo

Condividi quest’articolo con tutti i tuoi amici in modo che tutti possano conoscere le nostre attività.

Share on facebook
Share on twitter
Share on skype
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
X