Storia


La nostra storia nasce dal cuore innamorato di una donna,

Madre Mazzarello

Santa Maria Domenica Mazzarello

Maria Domenica Mazzarello che, da Mornese, nel lontano 1880 invia, a Catania, le prime tre suore: Sr.O. Camisassa, Sr.R.Cevennini, Sr.V.Piccono per la direzione dell’Istituto della Duchessa Carcaci e il 15 ottobre dello stesso anno, partono, all’insegna di Bronte, un altro gruppo di suore e due novizie capeggiate da Sr.Felicina Mazzarello per assumere la direzione di un collegio per giovinette, scuola elementare, laboratorio e oratorio festivo.

L’anno successivo, dopo le trattative e la richiesta espressa dal Card. Dusmet a D.Cagliero, partono, verso Trecastagni, Madre Maddalena Morano con due professe e una novizia.L’opera di cui si deve assumere la direzione è il “Conservatorio delle Vergini”. Arrivarono in Sicilia il 15 settembre 1881.

Maddalena Morano, formata alla scuola di Maria Domenica Mazzarello, rese possibile l’ampliamento dell’Ispettoria, l’inizio di opere a favore delle giovani operando così, affinché le radici di questo grande albero, fossero profonde e i frutti fossero abbondati. Durante il ventennio trascorso in Sicilia si moltiplicarono le case e le vocazioni: Catania, Alì, Marsala, Vizzini, Barcellona, Modica, Altofonte, Palagonia sono alcune delle realtà fondate da Madre Morano. Il suo “Da mihi animas, coetera tolle” non conobbe limiti, politici ed ecclesiastici ne apprezzarono l’opera e la collaborazione. Numerose furono le difficoltà degli inizi, dovute sia all’azione degli anticlericali, sia al nuovo stile di vita religioso ed educativo proposto dalle FMA.

Durante il decennio 1883-1910, l’Ispettoria comprende anche alcune case della Tunisia. Il 7 febbraio 1908 viene eretta canonicamente e conta la presenza di 18 case e 186 suore, di cui 81 provenienti dal Nord e dalla Tunisia e 104 siciliane. Il piccolo seme continua a dare frutti a tal punto che nel 1945 bisogna dare origine ad una seconda Ispettoria “Madonna della Lettera” con sede a Messina. Il terreno è fertile e dà altri frutti. Nel 1970 viene eretta la terza Ispettoria “Madre Morano” con sede a Palermo. Si ristruttura la distribuzione delle case sia per superare i problemi legati alle distanze e al numero delle suore, sia per favorire all’interno un più agile coordinamento pastorale. Problemi di ordine pratico suggeriscono una nuova riorganizzazione. Viene soppressa l’Ispettoria “Madonna della Lettera”(ME) e rimangono le ispettorie “S.Giuseppe” e “M.Morano“.

Per un “Da mihi animas” sempre nuovo ed efficace le due ispettorie sicule hanno intrapreso, da qualche anno, un cammino verso l’unificazione delle due realtà…un sogno che ha cominciato a realizzarsi con l’inaugurazione dell’ispettoria sicula “M.Maddalena Morano, avvenuta il 13 Settembre 2007.

Oggi l’ispettoria “M.Maddalena Morano” è costituita da 44 case e 750 suore, un potenziale, intrecciato di saggezza e di freschezza giovanile, che da vita ad una missione giovanile molteplice e vivace