Pastorale

11 commenti su “Pastorale”

  1. si trasmette lavoro sulle linee di pastorale.

    CASA DI MAZZARINO

    COMUNITA’ EDUCANTE:
    AREA: educare all’amore
    OBIETTIVO: creare lo spirito di famiglia e suscitare la vita di gruppo come spazio privilegiato per educare all’amore
    ATTIVITA’: accoglienza ed attenzione personale per ogni giovane

    GIOVANI
    AREA: educare alla cittadinanza attiva
    OBIETTIVO: creare un ambiente educativo aperto al dialogo, al confronto e all’accoglienza favorendo la cultura della corresponsabilità e della cooperazione
    ATTIVITA’: cura del gruppo come luogo del rapporto educativo e pastorale

  2. ISTITUTO “SAN GIOVANNI BOSCO” CATANIA CANALICCHIO

    AREA: EDUCARE ALL’AMORE

    COMUNITA’ EDUCANTE E GIOVANI

    OBIETTIVI: – incarnare lo stile dell’accoglienza come luogo vitale di crescita
    – riconoscere l’altro come segno della tenerezza del Padre
    – vivere i momenti forti dell’anno liturgico realizzando esperienze di
    donazione e servizio a favore dei più deboli

    ATTIVITA’: – sperimentare la tenerezza di Dio che ama e vuole la felicità di tutti
    – prendere coscienza del bene e del male nelle scelte di ogni giorno
    – vivere la propria affettività per essere dono per l’altro
    accettandone la diversità

    AREA: EDUCARE A VIVERE IL QUOTIDIANO: LAVORO E FESTA

    COMUNITA’ EDUCANTE E GIOVANI

    OBIETTIVI: – sperimentare il valore della preghiera come fonte di gioia e di forza
    per affrontare la vita
    – promuovere una cultura che valorizzi l’importanza della Domenica come
    giorno dedicato al Signore, alla famiglia, alle relazioni

    ATTIVITA’: – vivere l’impegno dello studio e della vita di famiglia con fedeltà e
    generosità come risposta all’amore verso Dio e i fratelli
    – vivere i momenti liturgici della Chiesa e della Famiglia Salesiana
    con gioia e vera partecipazione
    – vivere il gioco come tempo favorevole di gioia e fratellanza.

  3. ISTITUTO “DON BOSCO” – MESSINA

    COMUNITA’ EDUCANTE E GIOVANI

    AREA: EDUCARE ALL’AMORE

    OBIETTIVO: Vivere con i giovani esperienze di donazione e di servizio promuovendo il protagonismo giovanile per far sperimentare valori quali l’altruismo, la solidarietà, il dono di sè.

    ATTIVITA’: Realizzare insieme ai ragazzi esperienze di volontariato a scuola, in oratorio… per aiutare chi vive situazioni di povertà e di disagio.

    COMUNITA EDUCANTE E GIOVANI

    AREA: EDUCARE ALLA SPERANZA

    OBIETTIVO:Vivere la relazione educativa secondo la pedagogia dell'”un per uno”, valorizzando l’assistenza salesiana vissuta come accompagnamento dei giovani.

    ATTIVITA’: Stare con i giovani con “cuore oratoriano” condividendo la loro vita, avendo particolare cura per i ragazzi che presentano disagi e fragilità.

  4. Casa di San Cataldo Maria Ausiliatrice

    La Comunità educante ha scelto:

    l’area: “Impegno Educativo”
    l’obiettivo: Percorrere con i giovani e la CE alcuni sentieri per “Vivere in pienezza la GIOIA”
    l’attività: Impegno di creare un ambiente educativo, sereno e gioioso e stare con i giovani
    con “Cuore oratoriano”

    I giovani hanno scelto:
    l’area: dell’Amore
    l’obiettivo: Avere presente che “DIO è Amore: chi sta nell’amore dimora in Dio e DIO dimora in lui”
    l’attività: Sulle orme di Don Bosco, vogliamo attingere alla carità di Cristo buon Pastore, per dedicarci
    all’educazione dei piccoli e dei poveri.

  5. LA COMUNITA’ DI ALI’ TERME HA SCELTO
    PER LA COMUNITA’ EDUCANTE E I GIOVANI

    AREA:
    EDUCARE A VIVERE IL QUOTIDIANO,
    Obiettivi
    1. GUARDARE CON SERENITA’ E POSITIVITA’ PERSONE, SITUAZIONI E REALTA’ CHE CI CIRCONDANO, CREDENDO NELLA POTENZA TRASFORMATRICE DI DIO
    2. CONOSCERE ED APPROFONDIRE LA PEDAGOGIA DELLA GIOIA ATTRAVERSO LA TESTIMONIANZA CREDIBILE E CONTAGIOSA DI MADRE MORANO
    ATTIVITA’
    Percorsi Mensili di formazione per gruppi sportivi e OCG
    Percorsi di studio e di approfondimento della Vita di Maddalena Morano nel contesto aliese e siciliano
    Percorsi ludico-ricreative di animazione e di servizio
    Incontri tematici e giornate spiritualità
    Incontri di solidarietà verso chi è nella necessità
    Presenza attiva tra i ragazzi

    AREA:
    EDUCARE ALLA SPERANZA,
    Obiettivo
    3. RITROVARE NEI SACRAMENTI DELLA RICONCILIAZIONE E DELL’EUCARESTIA LA GIOIA DELLA CONVERSIONE E DELLA COMUNIONE FRATERNA
    ATTIVITA’
    Percorsi Mensili di formazione e di preghiera
    Adorazione Settimanale
    Adorazione Mensile tematica
    Iniziative di servizio e di missionarietà verso gli altri
    Presenza attiva tra i ragazzi

    AREA:
    EDUCARE AL VIVERE LA CITTADINANZA ATTIVA
    4. VIVERE E TESTIMONIARE LA FEDE, PRENDENDO COME MODELLO IL “SI” DI MARIA
    ATTIVITA’
    Percorsi Mensili di formazione e di preghiera Mariana ogni 24 del Mese
    Presenza negli ambienti associativi e istituzionali del territorio con proposte educative e formative
    Percorsi di accompagnamento quotidiano dei ragazzi al rispetto della dignità della persona e del bene comune
    Presenza attiva tra i ragazzi

  6. ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE – CALTAGIRONE
    COMUNITA’ EDUCANTE E GIOVANI
    AREA: EDUCARE ALLA SPERANZA
    OBIETTIVO: Educare alla vita e alla gioia:
    • testimoniando nel quotidiano la gioia e la bellezza della vita cristiana e consacrata
    • rapportandosi con se stessi, con gli altri e con il mondo in modo positivo
    ATTIVITA’: costruzione di un ambiente educativo sereno e gioioso, aperto al dialogo e al confronto; stare con i giovani per promuovere il protagonismo giovanile ed educarli alla cittadinanza attiva, alla giustizia, alla pace, alla promozione dei diritti umani; vivere la Riconciliazione e l’Eucarestia come esperienza di incontro con Cristo, che accoglie ogni fragilità e dà senso nuovo alla vita

  7. Comunità Educante
    AREA : EDUCARE ALL’AMORE
    OBIETTIVO
    Incarnare lo stile dell’accoglienza, perché l’ambiente educativo sia aperto a tutti e venga vissuto come “ luogo” vitale di crescita per sentirsi amati e per educare all’amore
    ATTIVITA’
    – Raduni Equipe Comunità Alloggio quindicinali o mensili
    – Incontri formativi e Spirituali periodici per gli operatori della struttura con esperti in Salesianità, Pedagogia, Psicologia, mondo Web,…
    – Momenti celebrativi e di fraternità come Comunità Educante.

    Giovani
    AREA: EDUCARE A VIVERE IL QUOTIDIANO
    OBIETTIVO
    Educare all’assunzione e alla padronanza del proprio corpo e insegnare a tutelare il proprio benessere sessuale e affettivo per saper distinguere emozioni e sentimenti per compiere scelte consapevoli e responsabili.
    ATTIVITA’
    – Sperimentare l’amore di Dio Padre che vuole la felicità di tutti, soprattutto quelli più svantaggiati.
    – Incontri formativi mensili per le ragazze delle due Comunità Alloggio con Psicologo, esperti nel mondo Web.
    – Incontri Spirituali e di preghiera all’interno della struttura e in Oratori, incontri con altri gruppi di Giovani fuori struttura.
    – Momenti celebrativi e di fraternità

  8. Comunità Educante
    AREA : EDUCARE ALL’AMORE
    OBIETTIVO
    Incarnare lo stile dell’accoglienza, perché l’ambiente educativo sia aperto a tutti e venga vissuto come “ luogo” vitale di crescita per sentirsi amati e per educare all’amore
    ATTIVITA’
    – Raduni Equipe Comunità Alloggio quindicinali o mensili
    – Incontri formativi e Spirituali periodici per gli operatori della struttura con esperti in Salesianità, Pedagogia, Psicologia, mondo Web,…
    – Momenti celebrativi e di fraternità come Comunità Educante.

    Giovani
    AREA: EDUCARE A VIVERE IL QUOTIDIANO
    OBIETTIVO
    Educare all’assunzione e alla padronanza del proprio corpo e insegnare a tutelare il proprio benessere sessuale e affettivo per saper distinguere emozioni e sentimenti per compiere scelte consapevoli e responsabili.
    ATTIVITA’
    – Sperimentare l’amore di Dio Padre che vuole la felicità di tutti, soprattutto quelli più svantaggiati.
    – Incontri formativi mensili per le ragazze delle due Comunità Alloggio con Psicologo, esperti nel mondo Web.
    – Incontri Spirituali e di preghiera all’interno della struttura e in Oratori, incontri con altri gruppi di Giovani fuori struttura.
    – Momenti celebrativi e di fraternità

  9. Per la comunità Educante e per i giovani questa comunità delle FMA della Barriera ha scelto di pregare e offrire la sofferenza.

  10. PROGETTO COMUNITA’ EDUCANTE – CASA FMA DI PIETRAPERZIA:

    GIOIA
    “La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che s’incontrano con Gesù.
    Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia.” (Papa Francesco)
    Priorità:
     Fare nostro l’atteggiamento di fede di Maria, creando momenti per approfondire la dimensione mariana della spiritualità salesiana, confrontandoci personalmente con le Costituzioni e altri Documenti dell’Istituto e della Chiesa.
     Testimoniare la Fede nelle realtà del quotidiano per gustare la pace e la Vera gioia.
     Vivere ogni esperienza concreta: preghiera, relazioni, apostolato ecc. come un servizio gioioso, che diventa proposta vocazionale e si traduce in testimonianza credibile e contagiosa.
    Passi Concreti:
     Rendere viva la presenza di Maria rivitalizzando la preghiera del Rosario personale, comunitario e nelle famiglie, coinvolgendo tutti i membri della F.S. anche nella tradizionale “peregrinatio Mariae”.
     Coltivare la cultura dell’incontro personale e comunitario con il Cristo Risorto attraverso l’Adorazione Eucaristica personale e comunitaria.
     Conoscere e approfondire il documento Evengelii Gaudium e le figure di Santi e Beati della Famiglia Salesiana.
     Coltivare uno sguardo sereno e positivo sulle persone, sulle situazioni, sulla realtà che ci circonda. “Dire bene” di ogni persona, puntando sul fatto che in ognuno c’è un punto accessibile al bene.

    Indicatori di verifica:
    • Ci siamo impegnate a creare un clima sereno all’interno della comunità evitando le continue lamentele.
    • Abbiamo testimoniato la gioia della nostra vocazione consacrata, matrimoniale, laicale.

    RELAZIONE
    “C’è un forte bisogno di curare la qualità delle relazioni, di affinarle giorno dopo giorno, con lo spirito del Vangelo nello stile mornesino, a Mornese come a Valdocco, le relazioni avevano il volto della consolazione, che riscaldava il cuore, risvegliava la speranza, irradiava il bene.” (Circ. 946)

    Priorità:
     Assumere con determinazione e responsabilità, la propria formazione e autoformazione, vie privilegiate per una crescita in umanità e nel cammino di fede.
     Liberarsi dall’individualismo, per dare spazio alla collaborazione e alla fiducia reciproca, creando spazi di confronto con i giovani attraverso gesti di umanità donati con gratuità.

    Passi concreti:

     Condivisione dei momenti di fraternità e di preghiera con la Comunità Educante.
     Partecipazione alle iniziative pastorali della Chiesa locale e diocesana.
     Condivisione della Parola nei tempi forti: Avvento, Quaresima.
     Oratorio “ambulante” per coinvolgere ragazzi e famiglie delle “periferie” (Aprile – Maggio) e Oratorio “By night” aprendo la realtà ai giovani con attività serali.

    Indicatori di Verifica:

    • Siamo stati capaci di accogliere le fragilità degli altri, puntando al positivo di ciascuno.
    • Abbiamo creato spazi di condivisione della Parola con la Comunità Educante.

  11. COMUNITA’ EDUCANTE E GIOVANI
    AREA – EDUCARE ALL’AMORE
    OBIETTIVO
    Potenziare lo spirito di famiglia nello stile dei Fondatori, per fare della Comunità Educante, un luogo di crescita in umanità, spazio privilegiato per educare all’amore e alla gioia di vivere.
    AZIONI:
    1.

    COMUNITA’ EDUCANTE E GIOVANI
    AREA – EDUCARE ALL’AMORE
    OBIETTIVO
    Potenziare lo spirito dei Fondatori, per fare della Comunità Educante, un luogo di crescita in umanità, spazio privilegiato per educare all’amore e alla gioia di vivere.
    AZIONI:
    1. Guidare la vita di gruppo dei ragazzi come spazio di confronto e di positiva crescita nella relazione umana.
    2. Aiutare i giovani a vivere la loro affettività e saper controllare i loro istinti
    3. Costruire serene amicizie, non solo tra pari, ma come dono da offrire pure alle diverse generazioni

    AREA – EDUCARE ALLA CITTADINANZA ATTIVA
    OBIETTIVO

    Costruire una Comunità Educante aperta al dialogo, che educhi i giovani a prendere coscienza dei propri talenti e delle proprie potenzialità da mettere a servizio degli altri e della società

    AZIONI
    1. Guidare i ragazzi a riconoscere la dignità della persona, il valore e il rispetto della libertà e delle idee altrui.
    2. Rispettare la natura e l’ambiente sociale in cui si vive, mantenendo l’ordine e senza deturparlo.
    3. Vivere da onesti cittadini, osservando le leggi etiche e sociali e le regole di comportamento dell’ambiente di studio o di lavoro in cui si opera.

Lascia un commento

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i nostri servizii. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul tasto "Privacy Policy"

Chiudi