Menu

E adesso che faccio?

Sogni e speranze, certezze e tentennamenti. Pensieri e parole di un ragazzo alla soglia dei 18 anni.

Agli adulti il compito di accompagnare, di mettersi accanto per lasciare che la vita fiorisca e che il futuro prenda forma e sia all’altezza dei loro sogni.

“Diventare adulti”, ”assumersi delle responsabilità”, “scegliere chi voler essere”. Alla problematica e incerta soglia dei diciotto anni appare chiaramente un nuovo orizzonte, estraneo alle certezze del passato e costellato di nuove possibilità, alternative da vagliare, un panorama ricco di spunti, motivazioni, sogni, che siamo soliti definire ”futuro”. Ebbene, talvolta l’abisso inconscio del dubbio, della novità induce noi ragazzi a mostrare un certo riserbo nei confronti della vita. La paura di compiere delle scelte, se non fondamentali, comunque impegnative limita il raggio d’azione della nostra interiorità, delle nostre qualità, dei nostri indiscussi talenti. Perché mai attraversiamo questo portone carichi di complessi e limitazioni autoimposte? Non pensiate che siamo disposti a dare a vedere le perplessità che ci opprimono; dopotutto sapete bene quale desiderio di conquistare il mondo e affermarsi abiti in noi: perché fino a poco tempo fa eravamo convinti di essere invincibili, di non aver problemi di alcun tipo, di essere in grado di risolvere tutto con la nostra temibile audacia. Tuttavia, il ragionamento non ammette replica: queste convinzioni risultano pressoché vere; ogni responsabilità, ogni preoccupazione era addossata sulle amorevoli spalle dei nostri genitori. Ecco, adesso ci troviamo spaesati, dobbiamo indirizzare la nostra vita (noi che fino a qualche anno fa neppure eravamo in grado di sistemare il letto), dobbiamo capire che uomo o donna vogliamo essere. Significativo il peso di queste parole: intanto tutti, prima o poi, coglieranno questa mela, le daranno un morso, gustandone o disprezzandone il sapore. Una garanzia, però, non viene meno: non saremo soli in questo traumatico viaggio, ci saranno sempre delle figure che ci illumineranno il cammino nei momenti più bui, che ci daranno una mano quando cadremo (state sicuri che accadrà; la vita presenta anche questi inconvenienti), che ci sosterranno e inciteranno nelle sfide più ardue del nostro percorso. Superati questi tentennamenti, scenderemo in campo armati di sorrisi, positività e speranza, coraggiosi e stabili nell’animo, convinti e consapevoli di dover scrivere la nostra vita, tracciarne le linee guida e imprimerle i marchi della nostra produttiva e fruttuosa presenza. Non temiamo di crollare, “flectar ne frangar”, non saremo i primi a soccombere alla bellezza di un mondo imperdibile, ne saremo affascinati, sedotti, le daremo tutto ciò che è in nostro possesso, ma ci ricompenserà senz’altro. Ci chiamano “sognatori”, spesso con accezione dispregiativa: lo facciano! Siamo orgogliosi di esserlo, siamo orgogliosi di guardare all’ignoto con desiderio e curiosità, siamo orgogliosi del nostro lato positivo e non intendiamo di certo eliminarlo per qualche precauzione. Lasciateci orientare in tal senso e vi assicuro una cosa: avrete tanto di cui meravigliarvi e complimentarvi.  Italo Svevo scrisse:” La vita non è né brutta né bella, è originale.” Sapete che gli risponderemmo?

<< Probabilmente hai ragione, ma la vita è nostra!>> 

Federico Catania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli

Buon Anno Sportivo 2019/2020

Carissimi tutti, siamo pronti ad iniziare insieme una nuova avventura animati da entusiasmo e spirito di servizio. Si, spirito di servizio, ossia ciò che consente

Leggi Tutto »

PGS Juvenilia Catania

“La PGS Juvenilia Catania è, come si intuisce dal nome, una polisportiva fondata sui principi e gli insegnamenti Salesiani. Le attività che vengono svolte presso

Leggi Tutto »

BANCHI…DI PROVA

Avete presente il primo giorno di scuola? Non importa che abbiate pensato al primo giorno delle medie, delle superiori o addirittura a quando avete varcato

Leggi Tutto »

Tweets del Papa

!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");

Condividi l'articolo

Condividi quest’articolo con tutti i tuoi amici in modo che tutti possano conoscere le nostre attività.

Share on facebook
Share on twitter
Share on skype
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
X