“Educare oggi e domani. Una passione che si rinnova”


Il Congresso Mondiale si sviluppa in quattro giorni dal 18 al 21 novembre 2015 ed è strutturato in tre sessioni. La sessione inaugurale e quella conclusiva sono plenarie e si svolgono presso l’Aula Paolo VI in Vaticano.

La sessione centrale si svolge nei giorni di giovedì 19 novembre e venerdì 20 novembre 2015 presso il Centro Mariapoli di Castel Gandolfo. L’OIEC (Ufficio Internazionale dell’Insegnamento Cattolico), contemporaneamente, è impegnato nei lavori della sua assemblea generale presso l’Auditorium della Conciliazione a Roma.

La sessione centrale è suddivisa, a sua volta, in due sotto-sessioni: una dedicata all’Università e l’altra alla Scuola con relazioni, testimonianze e tavole rotonde con esperti da tutto il mondo.

La sessione inaugurale ha inizio nel primo pomeriggio di mercoledì 18 novembre 2015 con un saluto del Cardinal Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica e l’intervento del Cardinal Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, a cui seguirà la testimonianza di personalità che hanno investito le proprie energie per il successo dell’istruzione offrendo uno sguardo generale sui nuovi scenari e le sfide, avendo come punto di partenza le risposte tanto ricche quanto numerose ai quesiti dell’Instrumentum laboris “Educare oggi e domani. Una passione che si rinnova”.

Nella sessione centrale del 18-19 novembre 2015 gli interventi vertono su tre temi portanti: l’identità e la missione delle istituzioni cattoliche, i soggetti dell’educazione e la formazione dei formatori.

Al Centro Mariapoli di Castel Gandolfo si riuniscono insieme – nel pomeriggio di venerdì 20 novembre 2015 – i rappresentanti dei settori scuola e università per affrontare il tema delle sfide di oggi e domani offrendo alcune prospettive alla luce dei diritti fondamentali dell’istruzione, della libertà della scelta educativa e dei tanti carismi religiosi che contribuiscono profondamente alla ricchezza della missione della Chiesa.

Sabato 21 novembre 2015 tutti i partecipanti, già riuniti a Castel Gandolfo e quelli impegnati nell’Auditorium della Conciliazione, si riuniscono insieme per condividere il momento finale che prevede la partecipazione del Santo Padre. Ai convegnisti si uniranno anche i rappresentanti delle scuole e delle università cattoliche di Roma. Lo scopo della mattinata comune è quello di tirare le fila di quanto è emerso durante i lavori congressuali orientati con speranza e fiducia verso il futuro e sostenuti dalle parole di Papa Francesco.

         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *